> LAVORO NERO O IRREGOLARE

Nell’affrontare il delicato e complesso esame dell’istituto del lavoro irregolare occorre partire dalla precisazione secondo la quale la predetta locuzione non presenta una definizione giuridica univoca.

Nonostante tale lacuna si è cercato di tracciare, in modo chiaro, i confini del predetto istituto precisando che l’espressione “lavoro nero” ricomprende tutti i rapporti di lavoro non risultanti da alcuna documentazione obbligatoria ed assolutamente sconosciuti alle istituzioni competenti.

Da ciò deriva che il lavoratore può definirsi “sommerso” quando svolge attività lavorativa con modalità che si pongono in pieno contrasto con l’ordinamento giuridico.

A livello pratico si può concretamente distinguere tra lavoro nero che ricorre quando l’attività lavorativa non è denunciata alle autorità competenti e lavoro grigio ricorrente quando l’attività lavorativa è denunciata, ma si svolge, nei fatti, con modalità diverse da quanto realmente denunciato.


APPROFONDISCI...